Il sisma in Emilia

Mantova, messo in sicurezza il campanile di Santa Barbara

Il Touring Club Italiano e la Diocesi di Mantova insieme a tutela dei monumenti storici. Sono terminati i lavori di messa in sicurezza da parte della sovraintendenza del campanile della Basilica Palatina di Santa Barbara

Il campanile della Basilica Palatina di Santa Barbara

Il campanile della Basilica Palatina di Santa Barbara

MANTOVA - Il Touring Club Italiano e la Diocesi di Mantova insieme a tutela dei monumenti storici. Sono terminati i lavori di messa in sicurezza da parte della sovraintendenza del campanile della Basilica Palatina di Santa Barbara, la chiesa di corte inserita nel complesso del Palazzo Ducale di Mantova che dal 2008 è entrata a far parte del progetto «Aperti per Voi», che rende visitabili luoghi d'interesse storico culturale che altrimenti rimarrebbero chiusi.

Dopo il terremoto che ha colpito la zona compresa tra la bassa Lombardia e l'Emilia Romagna, la Basilica Palatina di Santa Barbara ha infatti riportato danni strutturali tra cui il crollo del cupolino del campanile. Il Touring Club Italiano, con i Volontari Touring per il Patrimonio Culturale, in collaborazione con la Diocesi di Mantova e l'adesione della Banca Popolare di Sondrio ha deciso di aprire una sottoscrizione per sottolineare la vicinanza alla città di Mantova e al sito.

«L'impegno che il TCI ha stretto con la Diocesi di Mantova è aumentato e si è rafforzato negli anni - afferma Fabrizio Galeotti, Direttore Generale Touring Club Italiano - fino a portarci ad adottare virtualmente la Basilica di Santa Barbara. Questo legame ci vede coinvolti attivamente dal 2008 con il progetto 'Aperti per voi' e più recentemente, a seguito degli eventi sismici, con la sottoscrizione destinata alla ricostruzione della Basilica».

A Mantova l'impegno dei circa 40 volontari Touring ha permesso a oltre 115.000 visitatori di poter ammirare la Basilica mantovana, uno dei simboli della città.