Beni culturali

Venezia, Carabinieri recuperano 41 opere d'arte

Operazione «Marta» sui furti di opere d'arte da parte dei carabinieri di Mestre, che ha portato al recupero di 41 quadri di elevato valore artistico ed economico trafugati nelle ville patrizie del Vicentino e del Veneziano

Panorama di Venezia

Panorama di Venezia

VENEZIA - Operazione «Marta» sui furti di opere d'arte da parte dei carabinieri di Mestre, che ha portato al recupero di 41 quadri di elevato valore artistico ed economico trafugati nelle ville patrizie del Vicentino e del Veneziano.

L'indagine, partita da una serie di sopralluoghi nel centro storico di Venezia - nella famosa «Casetta Rossa» del D'Annunzio e in due altre abitazioni - aveva permesso infatti di svelare l'attività di tre italiani - con i ruoli di mandante, ricettatore ed esecutore materiale - e due cittadini originari dello Sri Lanka, domestici presso le «aristocratiche» dimore, che, all'insaputa dei proprietari, rubavano oggetti di valore e sostituivano le tele di dipinti di valore con copie serigrafate, perfettamente riproducenti l'originale.

L'attività d'indagine, condotta dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Mestre, aveva permesso di appurare il furto di 41 quadri e vari oggetti di argenteria - dai siti citati e da altre ville patrizie site in Schio (Vicenza) e Strà (Venezia) - e trarre in arresto tutti i responsabili.

Interrotta l'attività criminale, è poi proseguita la parallela e mai interrotta opera di ricerca delle opere originali, che, a fine giugno, ha permesso agli operanti di recuperare un ulteriore dipinto originale, esposto in bella mostra nel salotto dell'abitazione di un professionista fuori Regione.Il dipinto, che ritrae armature ed orpelli, è attribuito al pittore Fieravino Francesco, detto «Il Maltese», risalente al '600, valutato per una cifra che si aggira intorno ai 70.000 euro.

Lo stesso, già sottoposto a sequestro per gli accertamenti ed in attesa delle verifiche del caso, è stato posto a diretto confronto - decisamente impietoso - con la copia pure recuperata dai carabinieri nell'abitazione dell'ignaro professionista friulano.

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie

Da sinistra: Gianluca Di Marzio, Alessandro Bonan, Valerio Spinella detto «Fayna»

Da sinistra: Gianluca Di Marzio, Alessandro Bonan, Valerio Spinella detto «Fayna»

Non dite alle mogli che la sera c'è Speciale Calciomercato!

Un mese di Mondiale è volato, per noi, quasi con indifferenza, in tv il meglio è andato in ferie e davanti allo schermo ci si annoia da morire. Poi arrivano Bonan e Di Marzio con le loro bombe e la serata prende tutta un’altra piega. Donne permettendo…